We use cookies to provide some features and experiences in QOSHE

More information  .  Close
Aa Aa Aa
- A +

Regole sì, ma evitiamo il luddismo

7 21 40
20.03.2018

C’era una volta Big Oil, deprecato cartello delle sette compagnie petrolifere. Prima c’era stato Big Steel, lobby dell’acciaio, e poi Big Tobacco, i cinque mega, contestatissimi, brand delle sigarette. Ma chi avrebbe detto che anche l’industria digitale, che doveva guidarci per mano all’utopia della comunicazione diretta, all’Intelligenza Artificiale, alla Rete cui volevamo concedere il premio Nobel per la pace via Facebook, Google, Apple, Amazon, Twitter, finisse denigrata come Big Tech, totem monopolistico da multare, accusare, trascinare in giudizio?

Ieri Facebook ha perso il 6% in Borsa, 30 miliardi di dollari (24 miliardi di euro) sfumati. I mercati penalizzano il colosso di Mark Zuckerberg dopo le denunce dell’informatico Christopher Wylie che accusa l’azienda Cambridge Analytica di aver dragato illegalmente 50 milioni di profili di utenti FB, rivendendoli alla campagna elettorale di Trump, via lo stratega nazionalista Bannon e il magnate conservatore Mercer. I leader tecnologici si son illusi di essere salvatori dell’umanità, con Ray Kurzweil teorico........

© La Stampa